Omelia: V di Pasqua (C)

V Domenica di Pasqua Anno C Quando Giuda fu uscito [dal cenacolo], Gesù dis­se: «Ora il Figlio dell’uo­mo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorifi­cato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito. Fi­glioli, ancora per poco so­no con voi. Vi do un co­mandamento nuovo: che vi … Continua a leggere

Donare un sorriso

Donare un sorriso  rende felice il cuore.  Arricchisce chi lo riceve  senza impoverire chi lo dona.  Non dura che un istante  ma il suo ricordo rimane a lungo.  Nessuno è così ricco  da poterne far a meno  né così povero da non poterlo donare.  Il sorriso crea gioia in famiglia,  dà sostegno nel lavoro  ed è segno tangibile di amicizia.  … Continua a leggere

L’ultima beatitudine

di Fabrice Hadjadj  L’OSSERVATORE ROMANO di sabato 24 aprile 2010 Sugli attacchi a Benedetto XVI  «Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli» (Matteo, 5, 10). Il credente non può dimenticarlo: la bufera che sta travolgendo la Chiesa si riferisce a una beatitudine, all’ultima beatitudine. Certo, i crimini commessi da sacerdoti non possono che suscitare … Continua a leggere

Videocommento al Vangelo (IV di Pasqua)

http://www.ildialogo.org/cEv.php?f=http://www.ildialogo.org/esegesi/AMaggi_1271941942.htm IV DOMENICA DI PASQUA – 25 aprile 2010 ALLE MIE PECORE IO DO LA VITA ETERNA Commento al Vangelo di P. Alberto Maggi OSM   Gv 10,27-30 In quel tempo, Gesù disse: «Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno … Continua a leggere

Messaggio del Papa per la Giornata delle vocazioni (25 aprile 2010)

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE PER LA XLVII GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI. 25 APRILE 2010 –  IV DOMENICA DI PASQUA   Tema: La testimonianza suscita vocazioni.   Venerati Fratelli nell’Episcopato e nel Sacerdozio, cari fratelli e sorelle! La 47a Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni, che si celebrerà la IV domenica di Pasqua – domenica del “Buon … Continua a leggere

A 17 anni dalla morte, «Caro don Tonino, ho nostalgia di te»

Video: Siate forti di Nichi Vendola La Gazzetta del Mezzogiorno, 19.4.10 Caro don Tonino, faccio sempre il gioco di provare a guardare il mondo mettendomi dal punto di vista delle tue parole, inseguendo il tuo sguardo, inerpicandomi sulle vette delle tue domande rivolte al gregge ma anche ai pastori, smarrendomi lungo le latitudini sconfinate del tuo pensiero di dio: del dio … Continua a leggere

Angeli. In volo oltre la New Age

di Gianfranco Ravasi, Avvenire 18.4.10 All’improvviso s’incrina il soffitto, le crepe s’allargano e da un varco aperto, in mezzo ai calcinacci s’affaccia un volto radioso: « Un angelo! Pensai.   Tutto il giorno vola verso di me e io, scettico come sono, non lo sapevo. Adesso mi parlerà » . In realtà l’angelo scompare senza proferire parola e Kafka, che … Continua a leggere

Morto il cardinale Spidlik maestro di spiritualità

Nato in Moravia, 90 anni fa, era stato condannato dal regime comunista ai lavori forzati Martedì i funerali presieduti dal Papa DI GIORGIO BERNARDELLI Avvenire 18.4.10 Un grande maestro dello spirito. Un testimone del Novecento. Ma soprattutto un’icona vivente di quale ricchezza possa portare all’Europa un rinnovato incontro tra Oriente e Occidente. Si può riassumere così il profilo del cardinale … Continua a leggere

San Francesco e l’imbarazzo dello storico. Troppo affascinante per non essere frainteso

Giovedì 15 aprile, nell’Oratorio dell’Immacolata Concezione della basilica di Santa Maria in Aracoeli, in un incontro organizzato dal Centro Cultura Aracoeli e dalla Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani, è stato presentato il volume Francesco d’Assisi (Torino, Einaudi, 2010, pagine 378, euro 35). Pubblichiamo ampi stralci della premessa scritta dall’autore. di André Vauchez “Ancora una Vita di Francesco d’Assisi!” si potrebbe … Continua a leggere

L’Atrio dei gentili, uno spazio di incontro con l’uomo di oggi

di Enzo Bianchi, JESUS di aprile 2010  Il Tempio di Gerusalemme era il luogo in cui Dio aveva fissato la sua presenza e per questo il popolo di Israele saliva alla collina del Tempio per «incontrare Dio», per «vedere il suo volto», per adorarlo e ascoltare la sua voce. Attorno a quella stanza cubica chiamata «Santo dei santi» – il … Continua a leggere