Comunità: quando la correzione è fraterna

Avvenire, 20 maggio 2012di ENZO BIANCHI, http://www.monasterodibose.it/content/view/4448/26/lang,it/ Siamo nel tempo pasquale, nel quale la Chiesa ci invita a proclamare la buona notizia per eccellenza: “Cristo è risorto, è veramente risorto!”. Immersi in questa gioia possiamo volgerci indietro, al cammino quaresimale percorso, per verificare se è stato un cammino di conversione e di crescita spirituale, oppure se non abbiamo mosso un … Continua a leggere

SS. TRINITÀ: MISTERO Dl COMUNIONE NELLA RECIPROCITÀ

Una caratteristica dell’amore cristiano è la reciprocità. Secondo tutti gli scritti del N. T., essa è attuazione, diversificata nelle varie situazioni comunitarie, del comandamento nuovo dell’amore reciproco (Gv 13,34). Si tratta, di volta in volta, di fronte alle diverse patologie che minacciano la carità, dell’esortazione a vivere in pace gli uni gli altri (Mc 9,50; 1Tes 5,31), ad essere accoglienti … Continua a leggere

Pentecoste: l’unità nella diversità

Il miracolo delle lingue suscitato dallo Spirito indica alla chiesa il compito di conciliare l’unità della Parola di Dio con la molteplicità dei modi in cui essa deve essere vissuta e annunciata nell’unica comunità dei credenti e in mezzo a tutte le genti: è così che la chiesa non deve imporre un proprio linguaggio, ma deve entrare nei linguaggi degli … Continua a leggere

Pasqua, una storia d’amore

Enzo Bianchi, dall’omelia nella Veglia Pasquale Quando Gesù è morto in croce, rimettendo nelle mani del Padre il suo spirito (cf. Lc 23,46; Sal 31,6), facendo della sua morte un atto puntuale, di vera obbedienza filiale della creatura al Creatore, dopo una vita «di obbedienza fino alla morte e alla morte di croce» (Fil 2,8), dopo una vita in cui … Continua a leggere

Omelia di ENZO BIANCHI per la Liturgia della croce

   Bose, 6 aprile 2012   Cari fratelli e sorelle, care sorelle di Cumiana, amici e ospiti,abbiamo ascoltato il racconto della passione di Gesù, una passione gloriosa secondo il vangelo di Giovanni (Gv 18,1-19,37), perché in essa, a differenza di quella narrata dai sinottici, riusciamo a vedere al di là di ciò che è avvenuto mondanamente, riusciamo a vedere ciò … Continua a leggere

La passione d’amore di Gesù, il Servo crocifisso

Luoghi dell’infinito, marzo 2012di ENZO BIANCHI Tutte le testimonianze scritte sulla fine della vita terrena di Gesù sono concordi nel dichiarare che egli è morto in croce. Per la Scrittura questa è la morte del maledetto da Dio («Maledetto chi pende dal legno»: Dt 21,23; Gal 3,13), appeso tra cielo e terra perché rifiutato da Dio e dagli uomini. Gesù, … Continua a leggere

Quel muoversi verso l’ignoto alla ricerca di una stabilità

Corriere della sera, 18 marzo 2012di ENZO BIANCHI Il pellegrinaggio è uno dei fenomeni antropologici più antichi e diffusi, caratterizzato da una dimensione paradossale: il pellegrino lascia la propria terra, la propria casa per andare verso un “altrove”, percepito come luogo in cui poter ritrovare le proprie radici. Si mette in movimento cioè per ritrovare stabilità, saldezza. E questo in … Continua a leggere

«presa della parola» di Enzo Bianchi

JESUS, febbraio 2012 Caro Diogneto – 38 Rubrica di ENZO BIANCHI    Nella vita ecclesiale, nonostante i mutamenti avvenuti con il Concilio Vaticano II – soprattutto quelli legati alla riforma liturgica, una vera benedizione per tutta la chiesa –, manca ancora un modo di «fare chiesa», di costruire la chiesa giorno dopo giorno, di darle un volto che riveli in … Continua a leggere

Immaginarsi lo Spirito Santo

autore: Enzo Bianchi, http://www.donboscoland.it/articoli/articolo.php?id=128752 In una civiltà dell’immagine, in cui si è portati a considerare vero, reale solo ciò che appare, che si può vedere, proviamo ad immaginarci lo Spirito Santo. La Bibbia è ricca di «immagini concrete» dello Spirito di Dio. Esse ci svelano la ricchezza di questa realtà vitale che nessuna fantasia virtuale può soppiantare…  In una civiltà … Continua a leggere

Olivier Clément, la passione per la Chiesa una

di Enzo Bianchi, Avvenire, 13.1.12  Già tre anni sono trascorsi dal passaggio di Olivier Clément dalla morte alla Vita, tre anni in cui la sua voce di appassionato dell’unità dei cristiani continua a risuonare dai suoi scritti che narrano i tesori della chiesa indivisa e li offrono non solo ai fedeli di tutte le confessioni ma a tanti uomini e … Continua a leggere