Energia

“L’eucarestia è la sorgente dell’energia spirituale
che rinnova il mondo nell’amore di Cristo”.

( Benedetto XVI )

.

Teilhard de Chardin, nel 1937, da Pechino scriveva: “Per la prima volta da quando la Vita si è svegliata sulla Terra, emerge finalmente, nella nostra coscienza umana del XX Secolo, il problema fondamentale dell’azione. Non solo, come una volta, per la nostra piccola individualità, la nostra piccola famiglia, la nostra piccola patria, nemmeno solo per la totalità della Terra, ma per la salvezza e la riuscita dello stesso Universo, come dobbiamo, noi uomini di oggi, organizzare nel miglior modo attorno a noi il mantenimento, la distribuzione e il progresso dell’Energia umana? (…) Siamo giunti a un punto decisivo dell’evoluzione umana, in cui l’unica via di uscita si trova nella direzione di una comune passione”.

.

La crisi globale che stiamo attraversando non si può risolvere solo elaborando diagnosi dal punto di vista finanziario, occorre tornare a vedere l’uomo nella sua integralità, riconoscere ciò che è “vera energia umana” e riaccendere la passione per le sorgenti limpide di tale energia.
Il Profeta Geremia rimprovera agli uomini di aver abbandonato Dio, sorgente di acqua viva, «per scavarsi cisterne, cisterne screpolate, che non tengono l’acqua» (Ger 2,13).
Gesù, proprio presso un pozzo, ha tenuto con la Samaritana il discorso sull’acqua viva.
Presso molti santuari mariani, zampilla una sorgente. Dalla fonte di Maria i devoti pellegrini si aspettano guarigione dalle loro malattie, sollievo nei loro malanni e anche un orientamento nuovo per la loro vita.
Se la nostra vita, personale o globale, riesce o meno dipende infatti dalle sorgenti a cui attingiamo. Siamo noi che scegliamo da quali forze ci lasciamo condizionare. Ci sono infatti anche sorgenti torbide e avvelenate… Occorre saperle riconoscere! Per smettere di attingere a quelle energie negative che invece di nutrire consumano, andare oltre e arrivare alla pura sorgente che sta nel profondo della nostra anima: una sorgente che è inesauribile perché non scorre solamente da noi, ma fluisce in definitiva da Dio.

.

In realtà ogni filo d’erba, ogni foglia, ogni ago di pino intona il canto dell’energia interiore. Sediamoci su una panchina o su un sasso e lasciamo che il silenzio della natura che ci circonda faccia effetto su di noi. Quando tutti i nostri pensieri negativi tacciono e il nostro cuore si eleva verso l’origine della vita, scaturisce la vera preghiera. A questo punto non pregheremo più con i nostri pensieri, ma sperimenteremo la forza dello Spirito che è in noi, attorno a noi e in ogni essere!

.

P. Achille Boccia, Pime

http://www.atma-o-jibon.org/

Energiaultima modifica: 2009-05-22T10:46:12+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento