Commento al Vangelo del 1 novembre 2009 – Paolo Curtaz

1 novembre 2009 – Tutti i Santi
Ap 7,2-4.9-14 / Sal 23 / 1Gv 3,1-3 / Mt 5,1-12a

Santi subito!

Oggi è la festa dei santi, la festa del nostro destino, della nostra chiamata. La Chiesa in cammino, fatta di santi e di peccatori, ci invita a guardare alla verità profonda di ogni uomo: dietro ogni sguardo, dentro ognuno di noi, si nasconde un santo potenziale. Noi crediamo che ogni uomo nasce per realizzare il sogno di Dio e che il nostro posto è insostituibile. Il santo è colui che ha scoperto questo destino e l’ha realizzato, meglio: si è lasciato fare, ha lasciato che il Signore prendesse possesso della sua vita. La nostra generazione è chiamata a riappropriarsi dei santi, a tirarli giù dalle nicchie della devozione in cui li abbiamo esiliati per farli diventare nostri amici e consiglieri, nostri fratelli e maestri. Coloro che hanno vissuto la totalità di Dio desiderano fortemente che anche noi sperimentiamo l’immensa gioia che essi hanno vissuto.

Commento al Vangelo del 1 novembre 2009 – Paolo Curtazultima modifica: 2009-10-29T20:22:00+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento