L’amicizia tra preti segno della vittoria di Cristo

di Massimo Camisasca

L’importanza decisiva dell’amicizia nella vita dell’uomo d’ogni tempo può essere colta anche dal fatto che i più grandi scrittori e filosofi dell’umanità hanno spesso parlato d’amicizia e hanno visto nell’amicizia un tema fondamentale per la comprensione dell’uomo:  qualcosa che entra nella definizione stessa della vita.
Voglio citare qui fra tutti solo Aristotele e Cicerone. Il primo, nell’Etica Nicomachea, ai libri ottavo e nono, parlando dell’amicizia, sostiene che “non c’è nulla di più necessario alla vita e che senza di essa ogni bene non è bene”. E il grande oratore romano, nel suo dialogo Lelius de amicitia, al capitolo sesto, scrive:  “Non so se, al di fuori della sapienza, non ci sia nient’altro di meglio per l’uomo, dono degli dei immortali alla sua vita, dell’amicizia”.

L’amicizia tra preti segno della vittoria di Cristoultima modifica: 2009-11-03T20:50:00+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento