“GETTAVANO LA RETE IN MARE”

(Tratto da “SIMONE CHIAMATO PIETRO”di Mauro Giuseppe Lepori, Marietti) Un pescatore che getta la rete. E’ nell’atto di gettare in mare la rete che gli occhi del Signore hanno visto per la prima volta Simone, il pescatore, nella sua barca assieme a suo fratello Andrea. Gesù passava di là, come per caso. Era uno sconosciuto appena uscito dall’ombra di Nazareth. … Continua a leggere

Tom Waits, un nostalgico di Dio

CultBook – Canzoni (Tom Waits) from stas gawronski on Vimeo. http://www.maxgranieri.it/2010/spiritual-lyrics/tom-waits-un-nostalgico-di-dio/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+LarenaDeiRumori+%28L%27Arena+dei+Rumori%29 «Incidere una canzone è come catturare un passero: devi farlo senza rischiare di ucciderlo. A volte per la fretta di trasferire una canzone su disco ti resta in mano un pugno di piume, e il passero, cioè la canzone, è volato via». Così si esprimeva Tom Waits in un’intervista, … Continua a leggere

Comunità. La ricchezza del dono di sé

di Enzo Bianchi, Avvenire 8.11.10  Uno degli elementi che possono spiegare il successo anche di pubblico per un film impegnativo come Uomini di Dio è l’efficacia e il realismo con cui riesce a rappresentare la vita di una comunità, umana prima ancora che monastica. La vita comunitaria, intesa in profondità e in ogni sua forma, può infatti ricordare a tutti … Continua a leggere

Verità e bellezza sono inseparabili

8 Novembre 2010 http://spazioblog.progettoculturale.it/ La visita di Benedetto XVI a Santiago di Compostela e Barcellona dei giorni scorsi è stata ricchissimo di temi e di insegnamenti. Ecco le risposte del Santo Padre ad alcune domande, rivoltegli durante il volo verso la Spagna. P. Lombardi. Gaudí e la Sagrada Familia rappresentano con particolare efficacia il binomio fede-arte. Come può la fede … Continua a leggere

Martini: così la fede rinasce nella notte

Una meditazione del cardinale sulle ragioni del credere quando si sperimenta come Gesù il Getsemani e poi la Resurrezione DI CARLO MARIA MARTINI Avvenire 6.11.10 «Triste fino alla morte»: come vincere il peso che incombe quando vediamo le ingiustizie del mondo, della storia e le sofferenze che colpiscono anche la Chiesa? Ma l’oscurità è la strada che porta alla luce … Continua a leggere

Quella profezia di unità. Dossier: Focolari. Ideale di fraternità

di Vittoria Prisciandaro, Jesus novembre 2010, http://www.stpauls.it/jesus/1011je/1011je52.htm   È considerato uno dei movimenti ecclesiali cattolici più vivaci del nostro tempo. Pur così fortemente caratterizzato dal “carisma” della fondatrice, Chiara Lubich, è apprezzato in tutti gli ambienti ecclesiali, dal Vaticano fino alle piccole parrocchie. Coltiva ottime relazioni con le diverse confessioni cristiane e con credenti di tutte le fedi, dall’islam al buddhismo. … Continua a leggere

Andare incontro ai bisogni dell’uomo

LA LEGGE CREATRICE Andare incontro ai bisogni dell’uomo di Arturo Paoli “L’uomo è veramente creatore? Se la parola creazione, creatore, significa trarre cose nuove dal nulla, l’uomo non può dirsi a pieno diritto creatore, lo direi piuttosto ordinatore, organizzatore, perché si serve della materia già creata per organizzarla in oggetti o in espressioni estetiche come l’architettura, i quadri, come le … Continua a leggere

Siamo l’anima del mondo

di Alessandro D’Avenia, Avvenire 4.11.10 La verità, la vita, la missione di chi crede in Gesù Cristo  Domenica scorsa, durante la Messa, mia sorella mi ha fatto notare, incredula, una signora intenta nella lettura di una rivista dal titolo reso più ironico, se non grottesco, dalla situazione: “Vero. Salute”. Una rivista promette più verità e salvezza (ridotta a salute, e … Continua a leggere

Solo sosta: divieto di fermata

Don Marco Pozza, http://www.donboscoland.it/articoli/articolo.php?id=124201 Un crisantemo sulla tomba e una lacrima sul viso. Celebre quell’espressione dell’Ungaretti poeta: “Si sta come, d’autunno, sugli alberi, le foglie” (Soldati, 1918).  Foglie che ingiallite cadono. Terra strapazzata e ferita dall’aratro, Castagne copiose nella fornella dell’appassionata massaia. E poi i colori caldi dei boschi, l’aria profumata delle vallate, l’alternarsi di tramonti rossastri e di albe … Continua a leggere