Natale il sogno di un paese non diviso di Bruno Forte

Amo pensare al Natale come alla festa della giovinezza di Dio: se, come diceva Tagore, «ogni bimbo che nasce è un segno che Dio non è stanco degli uomini», l’annuncio della nascita di quel bambino è da duemila anni la “buona novella” di un nuovo inizio possibile, al di là di tutte le nostre stanchezze e di ogni nostra rinuncia a sperare e ad amare. Perciò, Natale sfida tutti a sognare, mescolando i sogni degli uomini al grande sogno di Dio.

Leggi tutto: Natale il sogno di un paese non diviso

Natale il sogno di un paese non diviso di Bruno Forteultima modifica: 2010-12-25T10:03:45+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento