Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani – 18/25 gennaio 2012

 
“Tutti saremo trasformati dalla vittoria di Gesù Cristo, nostro Signore”
(cfr. 1 Cor 15, 51-58)
18-25 gennaio 2012
Presentazione
La preghiera è una realtà potente nella vita di un cristiano. La preghiera è trasformante. Quando i cristiani comprendono il valore e l’efficacia della preghiera in comune per l’unità di quanti credono in Cristo, essi cominciano ad essere trasformati in ciò per cui stanno pregando.

 

Linee guida per la crescita della collaborazione tra le Chiese in Europa
Il testo della Charta Oecumenica redatto a Strasburgo
 
Cento anni or sono il cristianesimo ha, se così si può dire, inventato l’ecumenismo. È stato indotto a farlo dalla contraddizione nella quale viveva da secoli, dopo le due profonde fratture avvenute al suo interno: nel 1054 la cristianità latina e quella bizantina si erano separate (una frattura che dura da quasi 1.000 anni), e nel 1517, all’interno della cristianità latina, si sono divisi il protestantesimo e il cattolicesimo romano (una frattura che dura da quasi 500 anni). Queste divisioni, accompagnate da reciproche scomuniche e da secoli di dura polemica, contraddicono la natura stessa della Chiesa che, nel Credo di Nicea-Costantinopoli, condiviso da tutte le confessioni cristiane, si considera e proclama solennemente una. Dalla presa di coscienza della contraddizione di una Chiesa che si dice una, ma non lo è perché è divisa, e dalla volontà di superarla perché alla lunga essa mina la credibilità stessa del messaggio cristiano, è nato il movimento ecumenico, che prese le mosse dalla conferenza missionaria di Edimburgo del 1910. Da allora molto cammino è stato percorso.

 

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani – 18/25 gennaio 2012ultima modifica: 2012-01-17T19:37:37+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento