Trilussa, La solitudine

Un mese con Maria

Quand’ero ragazzino, mamma mia
me diceva: “Ricordati fijolo,
quando te senti veramente solo
tu prova a recità ‘n’ Ave Maria.
L’anima tua da sola spicca er volo
e se solleva, come pe’ maggia”.

Ormai so’ vecchio, er tempo m’è volato;
da un pezzo s’è ad dormita la vecchietta,
ma quer consijo nun l’ho mai scordato.
Come me sento veramente solo
io prego la Madonna benedetta
e l’anima da sola pija er volo!

http://www.paoline.it/Proposte/UN-MESE-CON-MARIA/articoloRubrica_arb1017.aspx

Trilussa, La solitudineultima modifica: 2012-05-09T22:00:54+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento