Su Avvenire torna il Mattutino di Ravasi

Sì, ogni promessa è debito… Si dice che «ogni promessa è debito». Noi di Avvenire siamo contenti che di questo sia profondamente convinto Gianfranco Ravasi, perché altrimenti il cardinale presidente del Pontificio Consiglio della cultura non tornerebbe, oggi, ad affacciarsi per il Mattutino dalla “finestra” subito accanto alla nostra testata. Gli siamo grati per aver onorato l’impegno che si fece … Continua a leggere

Santuari. I polmoni della fede

di Gianfranco Ravasi, Avvenire 7.9.10  Secondo i calcoli dell’americana Mary Lee Nolan, nella sola Europa occidentale sarebbero 6000 le chiese che entrano nella categoria di ‘santuario’, cioè di quel luogo sacro verso il quale converge, quasi a raggiera, un itinerario di fede per celebrare una memoria e una presenza sacra cristiana. Proprio questo movimento centripeto, dall’esterno verso il centro, costituisce … Continua a leggere

Angeli. In volo oltre la New Age

di Gianfranco Ravasi, Avvenire 18.4.10 All’improvviso s’incrina il soffitto, le crepe s’allargano e da un varco aperto, in mezzo ai calcinacci s’affaccia un volto radioso: « Un angelo! Pensai.   Tutto il giorno vola verso di me e io, scettico come sono, non lo sapevo. Adesso mi parlerà » . In realtà l’angelo scompare senza proferire parola e Kafka, che … Continua a leggere

Quando arriva il giorno dell’incontro. Il passaggio di Cristo nella regione della morte ha trasformato il morire di tutti

di Gianfranco Ravasi “Fratello, se vieni a visitare la mia tomba, non devi piangere. Non è giusto addolorarsi per l’unione con Dio. Dopo la mia morte non cercare la mia tomba sulla terra:  la mia tomba è nel cuore di coloro che amano”. Più di una volta ho sostato anch’io a Konya, in Turchia, sotto la grandiosa cupola verde ove … Continua a leggere

Solitudine da tradimento

di Gianfranco Ravasi, Domenica 28 Marzo 2010 http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tempo%20libero%20e%20Cultura/2010/03/solitudine-da-tradimento.shtml?uuid=3e0f6f24-3a77-11df-8ed1-8738ea598ec0&DocRulesView=Libero «Pensi al Getsemani, signor pastore. Tutti i discepoli si erano addormentati. Non avevano capito nulla. Ma non era ancora il peggio. Quando il Cristo fu inchiodato alla croce e vi rimase, tormentato dalle sofferenze, esclamò: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? Il Cristo fu preso da un grande dubbio nei … Continua a leggere

Una sentenza da impugnare. Il processo giudaico e romano a Gesù di Nazaret

di Gianfranco Ravasi “Ponzio, ti ricordi di Gesù il Nazareno che fu crocifisso non so più per quale delitto? Ponzio Pilato aggrottò le sopracciglia, si portò la mano alla fronte come chi vuole ritrovare un ricordo. Poi, dopo qualche istante di silenzio:  Gesù – mormorò -, Gesù il Nazareno? No, non ricordo”. Così Anatole France nel racconto Il procuratore della … Continua a leggere

Nel dolore è deposto un seme di eternità

di Gianfranco Ravasi, L’Osservatore Romano, 10.2.10  L’11 febbraio di 25 anni fa Giovanni Paolo II pubblicava la lettera apostolica Salvifici doloris, contenente una vasta e appassionata trattazione di uno dei temi più laceranti dell’esperienza umana, quello della sofferenza. I 31 paragrafi di quel documento erano intessuti di rimandi alla Bibbia, «il libro della storia dell’uomo» e quindi «il grande libro sul … Continua a leggere

Non cediamo al grigiore, viviamo davvero

AVVENIRE di sabato 2 gennaio 2010 di Gianfranco Ravasi Riflessioni d’inizio anno  È, questo, l’editoriale più difficile da scrivere, collocato com’è su un crinale da cui si diramano gli orizzonti di due anni. Da un lato, ci si affaccia sulla valle dei giorni ormai finiti, non di rado archiviati col timbro del pessimismo, quasi fossimo sempre in presenza di un … Continua a leggere