Felicità. Il «non luogo» che vogliamo raggiungere

di Marc Augé,  AVVENIRE di domenica 12 febbraio 2012 La felicità ha un «suo» luogo? Negli stereotipi più diffusi, essa non ha soltanto un luogo, ma una forma: quella della casetta volta ad ospitare una felicità intima e segreta (un cuore e una capanna), che rappresenta contemporaneamente il più diffuso, il più modesto («ça me suffit» «questo mi basta», si chiamano … Continua a leggere

ALLA RICERCA DI DIO

di Lorenzo Grosso, Dimensioni Nuove, gennaio 2012, http://www.dimensioni.org/gennaio12/articolo12.html     C’è chi uccide in nome di Dio, chi vive ‘come se Dio non esistesse’, mentre avanza silenziosa una letale indifferenza che colpisce Dio nel cuore delle masse. Ma diceva Martin Buber: “Dio è la più pesante di tutte le parole umane. Nessun’altra è tanto imbrattata, tanto lacerata. Di generazione in … Continua a leggere

L’Eucaristia ci conduce al servizio dei poveri (Madre Teresa)

Le nostre vite sono intessute con Gesù nell’Eucaristia, e la fede e l’amore che promanano dall’Eucaristia ci rendono capaci di scorgerlo sotto le vesti misere dei poveri: perciò vi è un solo amore di Gesù, non essendovi che una sola persona nei poveri, quella di Gesù. Noi tocchiamo effettivamente il corpo di Cristo nei poveri. È il Cristo affamato che … Continua a leggere

Nessun esempio di virtù è assente dalla croce

S. Tommaso d’Aquino, conferenza sopra il «Credo in Deum», Breviario 28 gennaio   Fu necessario che il Figlio di Dio soffrisse per noi? Molto, e possiamo parlare di una duplice necessità: come rimedio contro il peccato e come esempio nell’agire. Fu anzitutto un rimedio, perché è nella passione di Cristo, che troviamo rimedio contro tutti i mali in cui possiamo … Continua a leggere

Immaginarsi lo Spirito Santo

autore: Enzo Bianchi, http://www.donboscoland.it/articoli/articolo.php?id=128752 In una civiltà dell’immagine, in cui si è portati a considerare vero, reale solo ciò che appare, che si può vedere, proviamo ad immaginarci lo Spirito Santo. La Bibbia è ricca di «immagini concrete» dello Spirito di Dio. Esse ci svelano la ricchezza di questa realtà vitale che nessuna fantasia virtuale può soppiantare…  In una civiltà … Continua a leggere

Camaldoli, nella foresta dei nuovi monaci

VEDI ANCHE IL DOSSIER DI JESUS, dicembre 2011: DOSSIER– CAMALDOLI, MILLE DI QUESTI ANNI http://www.stpauls.it/jesus/1112je/dossier-1.htm di Franco Cardini, Avvenire, 15.1.12  Secondo una tradizione storicamente ben fondata fu esattamente mille anni fa che un per quei tempi ormai anziano ravennate, Romualdo (952-1027), fondò un eremo nell’aspro e montuoso Appennino casentinese, tra la marca franco­longobarda di Toscana e la Romania ancora profondamente … Continua a leggere

Nasce oggi la speranza del mondo

  Intervista a Madre Anna Maria Canopi di Marina Corradi, Avvenire, 24.12.11   Il cielo di dicembre è grigio sopra lo specchio calmo del lago. Nes­suno, nella piazzetta di Orta. Un battello trasborda sull’isola San Giu­lio. Come sbarchi, ti meraviglia il si­lenzio in cui sprofondi, un silenzio rotto soltanto dallo sciabordio del­l’acqua, al molo. Ti inoltri per il vi­colo verso il … Continua a leggere

“Prigionieri della speranza: ragioni per sperare in un tempo di crisi” di Bruno Forte

Prolusione all’Istituto Superiore di Scienze Religiose L’Aquila, 5 Dicembre 2011 di + Bruno Forte Arcivescovo di Chieti-Vasto   Il cuore dell’uomo ha bisogno di amare e di essere amato per vivere e per imparare a morire: è un bisogno incancellabile, tanto personale, quanto collettivo. Dagli scenari del tempo, come da quelli del cuore, si leva un’attesa di amore: ad essa ha inteso corrispondere … Continua a leggere

Lo stupore di un Bimbo che guarda

di Giovanni Fighera, 10.12.11, http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-lo-stupore-di-un-bimbo-che-guarda-3867.htm Non c’è nulla di bello e di vero che si incontri nella vita che non vada condiviso. Non è una legge morale, ma è una legge della realtà, un impeto del nostro cuore. Nessun dono che ci venga fatto conserva la sua natura di dono se noi non avessimo qualcuno a cui poterlo raccontare. Nessuna … Continua a leggere