Spirito Santo, torna a parlarci

Spirito Santo, che riempivi di luce i Profeti e accendevi parole di fuoco sulla loro bocca, torna a parlarci con accenti di speranza. Frantuma la corazza della nostra assuefazione all’esilio. Ridestaci nel cuore nostalgie di patrie perdute. Dissipa le nostre paure. Scuotici dall’omertà. Liberaci dalla tristezza di non saperci più indignare per i soprusi consumati sui poveri. E preservaci dalla … Continua a leggere

ANDIAMO FINO A BETLEMME

Andiamo fino a Betlemme, come i pastori. L’importante è muoversi. E se invece di un Dio glorioso, ci imbattiamo nella fragilità di un bambino, non ci venga il dubbio di aver sbagliato il percorso. Il volto spurito degli oppressi, la solitudine degli infelici, l’amarezza di tutti gli uomini della Terra, sono il luogo dove Egli continua a vivere in clandestinità. … Continua a leggere

Cosi don Tonino Bello pregava Maria SS.ma, pensando alla morte:

“Quando giungerà anche per noi l’ultima ora, e il sole si spegnerà sui barlumi del crepuscolo, mettiti accanto a noi perché possiamo affrontare la morte. E un’esperienza che hai fatto con Gesù, quando il sole si eclissò e si fece gran buio sulla terra. Questa esperienza ripetila con noi. Piantati sotto la nostra croce, sorvegliaci nell’ora delle tenebre, Infondici nell’anima … Continua a leggere

L’eucarestia alla base della contempl-attività

Attenzione: non bastano le opere di carità, se manca la carità delle opere. Se manca l’amore da cui partono le opere, se manca la sorgente, se manca il punto di partenza che è l’eucarestia, ogni impegno pastorale risulta solo una girandola di cose […] dobbiamo essere dei contempl-attivi, […] cioè della gente che partendo dalla contemplazione lascia sfociare sempre il … Continua a leggere

Santa Maria, donna accogliente

Santa Maria, donna accogliente, aiutaci ad accogliere la Parola nell’intimo del cuore. A capire, cioè, come hai saputo fare tu, le irruzioni di Dio nella nostra vita. Egli non bussa alla porta per intimarci lo sfratto, ma per riempire di luce la nostra solitudine. Non entra in casa per metterci le manette, ma per restituirci il gusto della vera libertà. … Continua a leggere

A 17 anni dalla morte, «Caro don Tonino, ho nostalgia di te»

Video: Siate forti di Nichi Vendola La Gazzetta del Mezzogiorno, 19.4.10 Caro don Tonino, faccio sempre il gioco di provare a guardare il mondo mettendomi dal punto di vista delle tue parole, inseguendo il tuo sguardo, inerpicandomi sulle vette delle tue domande rivolte al gregge ma anche ai pastori, smarrendomi lungo le latitudini sconfinate del tuo pensiero di dio: del dio … Continua a leggere

Tonino Bello, la pace in cattedra

di Lorenzo Rosoli e Fulvio De Giorgi, Avvenire 17.3.10  Presidente di Pax Christi e vescovo di Molfetta. Cittadino del mondo e pastore di una Chiesa locale. Uomo di azione, di parola, di preghiera.  Nato il 18 marzo 1935 ad Alessano (Lecce), Antonio Bello – per tutti don Tonino – domani avrebbe compiuto 75 anni, l’età in cui i vescovi presentano … Continua a leggere

NON SI STANCA DI VENIRE

  È Avvento. Ricordiamo che Gesù è venuto sulla terra. Dio ha detto: «Basta! Non voglio stare così solo, voglio scendere a contatto con l’uomo». Si è fatto uomo. Ha sposato una ragazza bellissima che è l’umanità. Dio si è innamorato di questa ragazza e le ha detto: «Ti voglio sposare». E dinanzi alle resistenze della sua creatura: «Ma non … Continua a leggere

Don Tonino Bello: nero su bianco

Scritto da p. Rocco Marra, imc    http://it.ismico.org/content/view/5196/160/ Introduzione: Ho già compiuto 40 anni, non vorrei che i miei ricordi su don Tonino Bello si sbiadissero, o svanissero (addirittura) dalla mia memoria, per cui ho deciso di mettere nero su bianco. Si presentano in me come “faville della sua testimonianza”, faville quelle che posso cogliere io, so che lui è … Continua a leggere